Litha

Solstizio estivo

21 Giugno 2020

Mentre gli equinozi sono momenti di equilibrio e armonia, i solstizi sono apici, momenti in cui le forze attive arrivano al loro punto massimo.

Il solstizio estivo è l'apice della luce. E' un momento meraviglioso in cui tutti noi siamo tanto vicini alla luce quanto mai. Tutto è chiaro, tutto è luminoso e caldo, il sole forte ci libera da pensieri, preoccupazioni e sentimenti negativi. Abbiamo voglia di evadere e di riposare, di fare scampagnate, gite in bicicletta, in moto o a piedi.

Il mondo attorno a noi segue gli stessi impulsi: le piante crescono senza limiti, adesso fioriscono non solo i fiori primaverili ma anche tante piante medicinali come achillea, malva, iperico, genziana e altre piante grandi e robuste come il girasole, che hanno avuto molto tempo per crescere da marzo ad oggi. I campi di grano verdeggiano tappezzati del rosso papavero, in alcune regioni piu a sud iniziano già a maturare. E' già tempo di raccolta di alcuni prodotti dell'orto, come fragole, lamponi, piselli e fagiolini, oltre a tutte le insalate che da un pò arricchiscono la nostra tavola e riempiono il nostro serbatoio di minerali e vitamine. Insomma, tutto è gioia, tutto è vita, tutto è bello. Nulla ci fa pensare che questa lussuria un giorno finirà e tutto ci invita a goderci il momento. Ed è proprio questo il tema spirituale del momento: la consapevolezza del momento, awareness in inglese. Come in primavera era giusto pensare al futuro per formarlo secondo i nostri desideri, adesso quel futuro è arrivato ed è il momento di gustarlo appieno. Spesso nella nostra società siamo abituati ad ignorare il presente, pensiamo sempre a come migliorare il futuro ed eventualmente rimuginiamo sul passato. Però il presente in realtà è ciò che conta piu di tutto, il fine di tutto questo esercizio di vita è proprio avere un buon presente. A cosa serve impegnarsi continuamente a migliorare il futuro se poi quando questo futuro arriva siamo già con la mente a progettarne un altro di "ancora migliore"? 

Questo immaginario futuro potrebbe non esserci mai. E' il presente su cui ci dobbiamo concentrare.

Come un respiro, anche le nostre attività hanno bisogno di rispettare le fasi cicliche della vita, e quindi c'è il momento di programmare e seminare e c'è il momento di sedersi e riposare, osservando il seminato che cresce.

Ed è proprio per questo che Litha, che è una festa celtica, si festeggiava con 12 giorni di vacanza, come il solstizio invernale.  Nelle antiche comunità celtiche, a partire dal solstizio per 12 giorni non si lavorava piu', bensì si festeggiava. Pausa del lavoro nei campi, pausa anche di tutte le attività artigiane e casalinghe. E' tutto ben avviato, non c'è bisogno di stancarsi troppo. Solstizio tradotto significa: il sole sta fermo. E quindi anche le attività umane devono stare ferme.

CELEBRAZIONI TRADIZIONALI DEL SOLSTIZIO ESTIVO

Il solstizio è una festa molto celebrata, specialmente in Gran Bretagna, ma anche nel resto del Nordeuropa. Viene festeggiato in maniera molto pomposa simile a Beltaine con grandi fuochi e danze. Tradizionalmente al solstizio si accende un fuoco depurativo, sopra il quale salta chi vuole depurarsi spiritualmente e godere di fortuna e gioia per tutto l'anno. Un tempo, pare, facevano passare anche gli animali della fattoria attraverso il fuoco depurativo (non oso immaginare come, ma lasciamo stare...). Ancora oggi comunque molte volte i giovani forti e baldanzosi saltano sopra i grandi fuochi del solstizio, ho assistito personalmente piu volte a questo avvenimento e devo dire che è una bellissima usanza, molto radicata e profonda, che ci lascia piu ricchi e con il cuore pieno di luce. Non c'è alcun pericolo perchè, come sappiamo dai nostri infantili esperimenti con il dito e la candela, se si passa velocemente non si sente nemmeno un pò di caldo.

A Stonehenge c'è ogni anno un importante celebrazione rituale perchè il sito megalitico è allineato in modo da far passare  la luce del sole che sorge attraverso il centro solo esattamente durante il solstizio. Tuttavia non è l'unico antico sito dove si festeggia il solsizio, in moltissimo posti sacri ci sono ogni anno, sempre di piu', celebrazioni e feste e spesso i siti megalitici sono allineati con il sorgere del sole al solstizio, che ad esempio solo in quel giorno entra in una camera da una piccola fenditura.

Nel momento dell'anno in cui c'è la pausa tra la semina e il raccolto, in cui anche il sole sembra fermarsi per illuminarci totalmente, le celebrazioni del solstizio sono momenti estremamente gioiosi, sfrenati, estatici. I grandi fuochi sui punti piu altri delle colline e delle montagne servono da ponte tra il mondo terreno e quello celestiale.

Altre usanze sono: 

Le ruote del solstizio: venivano costruite delle ruote di legno e paglia che venivano poi incendiate e rotolate giu' per la collina. Un bellissimo spettacolo che ci ricordava il viaggio del sole. (Alla fine venivano convogliate in un lago o fiume)

La benedizione del focolare: alla fine del festeggiamento del solstizio sulla collina, le persone portano a casa un pezzo di legno infuocato, con il quale accendono il loro fuoco casalingo. Il fuoco sacro della celebrazione benedice così anche il fuoco della casa.

Stonehege trasmette live la celebrazione del solstizio, il 21 giugno alle 5:15:

https://www.youtube.com/watch?v=uuv1nw215-o

E questo invece è il link dove si vedono i maggiori festeggiamenti del solstizio in Tirolo. Ho scelto quello perchè è vicino alla maggioranza degli utenti di questa pagina, ma ci sono festeggiamenti davvero ovunque, vi invito a trovare i piu vicini a casa vostra.

https://www.tirol.at/reisefuehrer/kultur-leben/brauchtum/sonnwend-herz-jesu-feuer

BELENOS, IL DIO DEL SOLE

Sebbene la Dea sia sempre presente, il solstizio estivo è dedicato quasi interamente al Dio del Sole. Questo è ovvio se si pensa che tutta la festa è incentrata principalmente sul sole, come portatore di luce, di calore e di vita. Si festeggia il sole che ha ripreso la sua forza e resta in cielo per tante ore. Al Nord (Scandinavia) i festeggiamenti del Solstizio sono molto importanti, perchè lì il sole non tramonta affatto, e questa immensa luce è necessaria per riequilibrare l'oscurità dell'inverno.

Belenos, nella mitologia celtica, o Baldur nella mitologia norrena, è un biondo angelo raggiante, l'entità piu' positiva che riusciamo ad immaginarci, di infinita bellezza, gentile e buono, porta luce e amore a chiunque. E' il Dio piu' benvoluto di tutti, anche tra gli Dei.

La leggenda intrecciata attorno a lui negli ultimi millenni dice che Baldur/Belenos fu ucciso tramite inganno da Loki, il suo avversario, che poi regnerà il resto dell'estate come Dio del Fuoco. Belenos poi sarà resuscitato da sua madre Frigg giusto per il solstizio invernale. Ma a parte l'Edda e tutte le leggende che vedono gli Dei come esseri umani, il Dio del Sole è un'entità molto piu antica, di estrema importanza e potenza. Senza il sole non ci sarebbe proprio nulla sulla Terra, e di questo i nostri lontani antenati erano ben consapevoli.

Altri Dei del sole sono Ra, il molto venerato Dio del Sole egizio, Helios, il Dio romano che porta a spasso il sole tutti i giorni, e Apollo, il suo corrispondente greco. Nell'induismo c'è Surya inolte anche tante altre culture avevano un Dio del sole, come i Maya ad esempio.

COME FESTEGGIARE IL SOLSTIZIO

Quest'anno il solstizio estivo assume un'importanza ancora superiore del solito, perchè è la prima festa celtica dopo Imbolc che possiamo nuovamente celebrare dopo la sofferente reclusione casalinga dovuta alla pandemia di Covid-19. La paura ci ha costretto a rintanarci e la vita, sia esteriore che interiore, ne ha sofferto moltissimo. Adesso è il momento di lasciare dietro a noi tutti i timori e le restrizioni e di ritrovare la gioia di vita.

E' il momento di riprenderci ciò che fa parte di noi. Dopo che l'anima ha sofferto così tanto durante il lockdown, noi rinasciamo, piu' integri e solidi di prima, senza piu' alcun timore, ma nella consapevolezza che il filo che ci lega a questa Terra è sottile, può essere spezzato in ogni momento ed è saggio curarlo bene, oltre che vivere appieno il tempo che ci resta, perchè non si sa mai quanto sarà.

Il solstizio è un momento di svolta, usiamolo nel modo giusto, perchè ci aiuti a cambiare completamente e a ricominicare a vivere, con un'aumentata consapevolezza per la nostra salute, la famiglia, la società.

Il modo migliore è sicuramente andare ad una buona festa già organizzata, con un grande fuoco, danze e liberi festeggiamenti. In mancanza di essa, si può organizzare una festa con gli amici, nel bosco o nel giardino, l'importante è che siano tutti liberi, sereni e felici. E che ci sia il fuoco!

Un altro modo piu' spirituale, da fare eventualmente anche nei giorni precedenti o successivi, è quello di scalare una montagna. In questo periodo è particolarmente impressionante scalare una montagna fino alla cima perchè ci mette in profonda connessione con gli Dei e il cielo e ci fa anche comprendere cosa significa veramente essere all'apice. Durante la scalata elaboriamo tutto ciò che è stato nei mesi scorsi e ci prepariamo alla piacevole discesa dei mesi estivi.

TEMA DEL PERIODO

Gioia, felicità, luce. In questo periodo non dovrebbe rimanere nemmeno una briciola di oscurità dentro di noi, altrimenti c'è qualcosa che non va. E' il momento di dimenticare tutte le preoccupazioni e dare massimo sfogo ai sentimenti positivi.

ELEMENTO DEL PERIODO

Fuoco e acqua, l'equilibrio tra di loro. L'unico pericolo che incombe nei prossimi mesi è la siccità.

Greenspirit Naturheilkunde

Silvia Vianello, Naturärztin, an der Akademie für Naturheilkunde (ANHK) 2011 diplomiert

Krankenkassenanerkannt (mit Zusatzversicherung für Komplementärmedizin)

Praxisadresse:

Via al Ticino 15, 6514 Sementina TI

mail: silvia.vianello@gmx.net

 

Tel. 076 6967849

Greenspirit, Earth Spirit Events KLG 

aktualisiert Juni 2020

ee2c25ce7c-Facebook-128.png